lunedì 18 novembre 2013

Riso soffiato con crema di melagrana




LUNEDI', 
 ricetta per il   
e per il
 "100% VEGETAL MONDAY"



UNA CUCINA IN ROSA!


Sto seriamente pensando di brevettare un metodo rapido ed ecologico per tingere velocemente di rosa (un bel rosa accesso tendente al fucsia) le pareti della cucina. Non è un tipo di tinteggiatura uniforme data a pennello, piuttosto si tratta di screziature sfumate che ricordano la tecnica puntinista dei pittori francesi della fine '800. Un punto con una simpatica virgoletta a fianco in  numerose traiettorie... come una piccola cascata di fuochi d'artificio!

Ho passato 2 ore a sgranare le ultime melagrane rimaste ancora intatte sul mio albero, e altre 2 ore a pulire (direi con un pò di dispiaceregli schizzi colorati dalle pareti piastrellate della cucina.

I metodi per estrarre il nettare prezioso dalle melagrane sono due (almeno io nè conosco solo due): 
a) sgranare, armati di santa pazienza, chicco dopo chicco e centrifugare il tutto; 
b) tagliare a metà la melagrana e spremerla con forza con uno spremiagrumi.
A voi la scelta! 

In entrambi i casi, l'effetto colorato alle pareti vi stupirà senz'altro!





INGREDIENTI

per  3-4 persone

50 gr di riso soffiato
120 gr di cioccolato fondente 70% vegano
120 gr di datteri denocciolati
1 cucchiaio di olio di mais
per la crema
1 bicchiere e 1/2 di succo di melagrana
1 cucchiaio di sciroppo d'agave
3 cucchiaini di amido di mais

NB: potete sostituire il succo di melagrana con quello di 
un altro frutto di stagione a seconda delle vostre 
preferenze (arancio, mandarino, mela, pera).




PREPARAZIONE

Fate tostare il riso soffiato in forno per 10-12 minuti a 160° mescolando più volte. Sciogliete a bagnomaria il cioccolato spezzettato. Tritate finemente i datteri. Unite riso tostato, cioccolato sciolto e datteri in una ciotola capiente e mescolate molto bene. Disponete in uno stampo rettangolare il composto ottenuto, livellando in uno strato di circa 2 cm.
Mescolate in un pentolino,  il succo di melagrana con lo sciroppo d'agave e l'amido di mais cercando di evitare che si formino grumi, mettete a scaldare a fuoco lento, mescolando spesso finché si forma la crema. Stendetela uniformemente sopra il riso al cioccolato e lasciate raffreddare. Riponete in frigo per almeno 1 ora prima di tagliare a quadretti e servire.






14 commenti:

  1. dai....che bella idea!mi ricorda un cioccolato che mangiavo da bambina (ma questo è molto più sano e buono!).per sbucciare le melagrane, c'è un metodo molto spiccio, semplice e oltretutto antistress che consiste semplicemente nel tagliare in due il frutto e battere dalla parte della buccia con un cucchiaio di legno (posizionandosi ovviamente o nel lavandino chiuso, o su una grossa bacinella).vengono giù che è un piacere.anch'io prima impazzivo a sgranarli.ho visto questo metodo da uno chef in tv (ogni tanto serve a qualcosa almeno guardare i programmi di cucina), e ti dico che funziona alla grande.
    un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedessi come lavoro "bardata" quando sgrano le melagrane! La prossima volta provo il tuo consiglio! Grazie! ;-)

      Elimina
  2. Anch'io sabato mi son dedicata alle melagrane. E' un frutto che mi piace molto e ne ricevo parecchie in regalo. Io sgrano i chicchi uno per uno e poi passo con lo schiacciapatate. il succo l'ho congelato per gli aperitivi delle feste natalizie. Che bello l'abbinamento cromatico fucsia-marrone ! Buona settimana, Mari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io adoperavo lo schiacciapatate finché "un'anima buona!, mi ha regalato la centrifuga! ma la penitenza rimane comunque nello sgranare i chicchi! Però ne vale la pena! è così buono!

      Elimina
  3. Questa ricetta mi piace un sacchissimo! Il contrasto di colori è fenomenale :)

    RispondiElimina
  4. Che bellissimi dolcetti... avrei ancora anch'io un bel po' di melagrane da usare, quest'anno i nostri alberi sono stati generosi... Per fare il succo io lascio la parte noiosa della sgranatura alle bimbe che la ritengono rilassante e così affinano la motricità fine (:-) ) e successivamente schiaccio con lo schiaccia-patate i chicchi smuovendoli un paio di volte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione! le dita piccoline delle bimbe sono perfette per questa operazione delicata! e se loro si divertono... ;-)

      Elimina
  5. Che spettacolo questa ricetta!!!!!

    RispondiElimina
  6. Ciao Mari! Wow, pensa che io ci sballo a sgranare i melograni.. fin da piccola mi è sempre piaciuto, come sciacciare quegli imballaggi di plastica che scoppiettano!! Sto proprio fuori eh!? Questa ricetta è stupenda, semplice e di grande effetto, complimenti! Ora sono curiosa di provarla anche con la zucca o altri colori.. un bascione!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' questo che mi piace nel condividere le ricette, ognuno ha il suo personale tocco estroso! Mai mi sarebbe venuto in mente di accostarlo alla ZUCCA!
      Sarà deliziosa! :-))

      Elimina

Mi fa piacere se lasci un commento...
Se sei anonimo per favore firmati! Grazie