lunedì 6 febbraio 2017

Trasgressioni di Carnevale e due mesi di pausa



è possibile trasgredire in cucina?

nella mia cucina i fritti sono pressoché banditi, 
ma ci sono quelle rare e golose eccezioni a  cui non ci si può sottrarre

quali?
- personalmente adoro le punte di asparago bianco fritte 
in pastella di farina di riso e birra;
- di recente sono diventata una golosa di  tempeh fritto 
con riso e verdure cotte al forno 
(piatto forte della Contrà del Sole a Bassano del Grappa, 
dove ho fatto un bel pò di ore di stage in cucina!);

... e infine...

-le fritelle


In laboratorio, al corso di cucina professionale che sto frequentando, mi sono innamorata di queste buonissime frittelle con la polenta. 
Si,si! avete capito bene: POLENTA!

Lo chef Elvis Pilati, del ristorante Milleluci di Conco -VI- (si, anche qui mi sono fatta un pò di ore di stage!) mi ha fatto conoscere una versione onnivora che ho subito veganizzato e fatto mia! e da brava blogger, vado a condividere con piacere! Nella mia versione ho usato farina di frumento, ma se utilizzate amido di mais o mix di farine varie senza glutine, anche gli amici celiaci possono festeggiare il carnevale in tranquillità! 



INGREDIENTI:

400 g di polenta di mais
200 g di zucchero di canna fine
100 g di farina
100 g di uvetta
1 mela
1/2 bicchiere circa di latte di riso
2 cucchiaini di burro di cocco
scorza di 1/2 limone
sale marino
2 cucchiaini di cremor tartaro
Olio di semi di girasole per friggere.

PREPARAZIONE
Mettete a bagno in acqua calda l'uvetta.
Fate la polenta come di consueto salandola leggermente e lasciatela raffreddare; successivamente impastate tutti gli ingredienti setacciando la farina e aggiungendo poco per volta il latte fino ad ottenere una consistenza morbida dell'impasto. Scolate e asciugate l'uvetta e infarinatela prima di aggiungerla all'impasto. Sbucciate la mela e fate piccoli cubetti da incorporare nel composto. 
Con l'aiuto di due cucchiai formate le frittelle e friggetele in abbondante olio. Cospargete le frittelle sgocciolate e asciugate dall'olio, con dello zucchero a grana fine.

INFORMAZIONE di SERVIZIO

Ad aprile devo dare gli esami! e già! è da un anno che siedo nei banchi di scuola, scuola di cucina! Per il giorno dell'esame devo preparare i "diari del tirocinio" (ne ho fatti 3 in tre locali diversi, così devo scriverne tre, ricchi di particolari su tecniche e preparazioni imparate!); devo preparare la tesina per l'esame (indovinate l'argomento? LE PROTEINE VEGETALI !!! e cosa sennò!!) devo esercitarmi nella ricetta da preparare in laboratorio per il giorno dell'esame (mi è capitato un primo piatto!! evvai!! vedo già un cereale risottato con tanti asparagi bianchi di Bassano!!! e naturalmente GO-VEGAN!!!) e infine c'è il test! e devo pure studiare! nozioni di alimentazione, igiene, pianificazione, economia...

 Bene tutto questo per dire cosa?
... ah, si! 

Ci rivediamo ad esame fatto e incrociamo le dita!!! 

seguitemi su facebook o instagram, 
qualche ricetta li riesco sempre a postare in velocità!!
a presto!





giovedì 22 dicembre 2016

sabato 10 dicembre 2016

DOLCE, DOLCE dicembre!




è quando si hanno mille cose da fare al giorno
che il tempo trascorre troppo veloce:
non riesco più a stargli dietro!

così i giorni si trasformano in settimane e le settimane in mesi!

l'ultimo post risale ad ottobre 
e oggi il 10 di dicembre sembra un 
pò fuori luogo postare la ricetta di un cheese cake!

ma le promesse vanno mantenute! 

così per questo post pre-festività di fine anno, 
vi lascio solo golose ricette dolci!

vedete un pò voi quando prepararle...








MUFFIN ALLE NOCCIOLE
con cuore tenero di cioccolato
prendete come dosatore un vasetto di yogurt da g125
per circa 6 muffin

1 vasetto di yogurt di soia al naturale
2,5 vasetti di farina integrale
1 vasetto di zucchero di canna
1/2 vasetto di olio di girasole deodorato
1/2 vasetto di olio di cocco
2 cucchiaini di cremor tartatro
1 pizzico di sale
2 cucchiai di nocciole tritate fini
latte di soia q.b.
2 cucchiai di "Le Creme:cacao intenso" della Ecor
granella di nocciole, zucchero a velo e cacao amaro 
in polvere per decorazione (facoltativo)





PREPARAZIONE:
mescolate tutti gli ingredienti liquidi in un contenitore, aggiungete poco per volta la farina e le nocciole, aggiungendo un pò di latte di soia fino ad ottenere un impasto morbido.
Dividete così il composto ottenuto nei stampini da muffin (riempiteli poco più della metà). Cuocete a forno caldo a 180° per circa 20 minuti. Una volta raffreddati incidete con un coltello il fondo del muffin e con uno scavino ricavate un vuoto, grande al massimo come una noce, che andrete a riempirete con la crema al cacao.  Fate attenzione di conservare una parte di crosta del fondo per richiudere il foro ottenuto (altrimenti il ripieno uscirebbe una volta girato il muffin). Decorate con granella di nocciole, zucchero a velo e/o cacao amaro.
NB: potete sostituire la crema di cacao con una marmellata a vostro gusto. Secondo me, una all'arancia sta benissimo!



***


BISCOTTI di PANPEPATO
con glassa al limone e zenzero
dosi per circa 10 biscotti di varie forme


100 g di farina 0 
50 g di maizena 
50 g di zucchero di canna finissimo 
40 g di burro di cocco 
15 g di latte vegetale 
g 5 di spezie miste in polvere 
(cannella, chiodi di garofano, pepe nero, noce moscata) 
un pizzico di sale 
Per la glassa: 
zucchero a velo 2 cucchiai 
succo di zenzero 1 cucchiaino 
succo di limone 1 cucchiaino


PREPARAZIONE

Impastate la farina, la maizena, lo zucchero, le spezie e il sale con il burro sciolto e il latte: amalgamate il tutto fino ad ottenere una pasta elastica ed uniforme. Lasciate riposare 30 minuti in frigorifero, dopodiché riprendete l'impasto e stendetelo con un mattarello in una sfoglia da circa 6-8 mm di spessore. 
Tagliate i biscotti nelle forme preferite e mettete in forno caldo a 170° per circa 15-20 minuti. 
Fate raffreddare i biscotti e decorateli con la glassa fatta mescolando lo zucchero a velo con il succo di limone e quello di zenzero. 
Fate asciugare la glassa e servite.




***



VEGAN CHEESE CAKE 

PER LA FROLLA

100 g di farina di riso, 
100 g di farina di grano duro  
1 cucchiaino di farina di semi di lino, 
5 g di bicarbonato, 
1 pizzico di sale, 
50 g di zucchero di canna, 
40 gr di nocciole sgusciate, tostate e ridotte in farina, 
100 ml di olio di semi delicato (mais o riso), 
40 ml di latte di soia

PER LA FARCIA

la buccia grattugiata di 1 limone
1 bicchiere di latte vegetale
1 cucchiaio di amido di riso
1 cucchiaio di sciroppo d'agave

per la versione all'uvetta:
 rum qb
g 50 uvetta
2 cucchiai di confettura di pesche




PREPARAZIONE
mescolate le farine in un contenitore, aggiungete poco per volta gli ingredienti liquidi aggiungendo poco per volta di latte di soia fino ad ottenere una frolla. Fate riposare 30 minuti in frigorifero, dopo di che, tirate una sfoglia di circa 1 cm di spessore e rivestite, anche nei bordi, una teglia unta d'olio.
Preparate la farcia: scaldate il latte vegetale a cui avrete aggiunto la buccia di limone grattugiata, e mescolando di continuo, aggiungete l'amido: quando il composto inizia a rapprendersi, versate il tutto in un contenitore ove avrete lavorato in precedenza in formaggio veg con lo sciroppo d'agave. Amalgamate bene e aggiungete poco per volta l'uvetta fatta rinvenire in acqua calda e rum.
Spalmate sulla pasta frolla un generoso strato di confettura quindi tutto il composto con il formaggio vegano. Livellate con l'aiuto di una spatola e infornate: 170° per circa 30 minuti.
Lasciate raffreddare, riponete in frigorifero per almeno 20 minuti prima di servire.
Qui la versione con farcia al mirtillo:
2 cucchiai di confettura di mirtilli sopra la frolla, formaggino veg e amido come sopra a cui aggiungo 1 tazza di mirtilli (anche surgelati) e 2 cucchiaini di agar agar. Granella di nocciole per decorazione!